Nel gioco d’azzardo continua a germogliare l’illegalità

germoglia il gioco illegale in italia

Anche se tutti noi si sta aspettando il clima mite della primavera, che generalmente porta un po’ di allegria, per quanto riguarda l’avvicendarsi delle stagioni dobbiamo aspettare ancora qualche giorno: invece per quello che riguarda “la primavera” intesa come rifiorire e ripartire delle attività commerciali bisognerà aspettare assai di più. La riapertura delle attività, comprese quelle del gioco ovviamente, per il momento è tabù ed il mondo ludico, compresi i migliori casino online sicuri italiani, se ne deve fare una ragione anche se con l’esperienza di questi ultimi mesi “farsene una ragione” sta diventando quasi uno degli sport più praticati nella nostra industria, sopratutto nella filiera ludica che riceve sempre promesse anche dal nuovo Esecutivo, purtroppo, ma difficilmente riceve concretezza. Unica cosa della quale invece avrebbe un bisogno “smodato” per continuare a credere che a breve ci si potrà riappropriare delle quotidianità pre-tzunami Coronavirus e vale sia per i cittadini che per le imprese che vorrebbero reinserirsi sul mercato.

Peccato, però, che mentre la politica cerca di affrontare la situazione emergenziale a livello economico, e quindi è molto affaccendata nel cercare di aiutare, per quanto possibile, le imprese anche se non si possono fare miracoli, accade che la criminalità organizzata proliferi nella conquista del territorio, special modo infiltrandosi nelle imprese legali che hanno necessità di liquidità, cosa che principalmente manca a causa della pandemia. Le aziende di gioco d’azzardo, come ben si sa, sono nel mirino delle mafie in quanto settore particolarmente gradito per il volume di contanti che in esse può “circolare” e che consente alla criminalità di “lavare e stirare” con imprese legali i propri profitti che sicuramente legali non sono. Parecchi personaggi hanno sottolineato l’attuale situazione del gioco tra i quali il Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha avvisato del pericolo che sta correndo il gioco pubblico a causa dell’illegalità che ne sta “spudoratamente” prendendo il posto insieme a ciò che gira attorno al gioco illegale ed alla criminalità e che entra in contatto con cittadini e territorio.

D’altra parte, è passato un anno esatto dall’impatto dello tzunami Coronavirus sul nostro Paese che è stato il primo ad essere travolto dall’ondata del virus e dalle conseguenze che questo ha portato con sé: tuttora ci stiamo confrontando con il problema sanitario, con il vaccino, con le mascherine ed il distanziamento sociale anche se oggi in forma minore di allora, ma purtroppo portandoci dentro il cuore le immagini della disperazione di coloro che ne sono stati toccati profondamente. In questo anno la criminalità si è organizzata approfittando del lockdown lunghissimo cui sono state sottoposte le attività del gioco e la sparizione del gioco terrestre dal territorio, ne ha conquistato le postazioni riuscendo a sfuggire a quasi tutti i controlli effettuati dalle Forze di Polizia che stanno monitorando le strade e qualsiasi cosa sospetta si presenti alla loro attenzione. Ma non basta perché il gioco illecito spunta e germoglia come appunto i fiori in primavera, anche se questo paragone affiancato alla criminalità “non ci piace” proprio.

Ma questa è la realtà e prima l’Esecutivo Epoca-Nuova ne prenderà seriamente atto prima riuscirà a mettere una pezza ad una situazione che sta degradando e che rischia di essere fuori controllo, con grave perdita da parte delle attività legali di gioco, ed anche delle casse dell’Erario. Anche se il gioco pubblico è ermeticamente chiuso, non bisogna dimenticare che deve comunque pagare tassazioni, PREU ed annessi e connessi che al momento non sono stati spostati in modo sufficiente, come la situazione attuale richiederebbe. E non se ne parla affatto: il che è ancora peggio. Come non si parla di una possibile riapertura delle attività di gioco fisico e scommesse che, almeno, contrasterebbero il progredire del gioco illecito, proteggerebbero il territorio e toglierebbero il settore ed i suoi lavoratori da un “gelo senza fine” che non lascia indubbiamente aperta la speranza dell’avvicinarsi di una bella “primavera”. E, purtroppo, la cronaca non lascia diversa interpretazione circa l’avanzare dell’illegalità nel gioco d’azzardo e sono notizie che non riguardano soltanto una zona particolare, ma si sviluppano da nord a sud dello Stivale senza preferenze.

Si è alla presenza anche dello sviluppo creativo dell’illegalità che porta il gioco illegale nelle scale di alcuni palazzi, oppure dentro le abitazioni od ancora l’alzarsi di qualche saracinesca in barba alle disposizioni: l’importante risulta essere l’aumento dei propri affari ed in questo la criminalità è, se si può dire, alquanto esperta e sempre un passo avanti per trovare escamotage diverse per sottrarsi ai controlli. Nel frattempo al gioco pubblico, rappresentante dello Stato, è stata imposta la chiusura che tuttora persiste e le sue imprese non vedono via d’uscita poiché anche il nuovo Esecutivo non sta rispondendo agli appelli accorati che il mondo dei giochi e del poker continua a sottoporre alle istituzioni per salvaguardare le proprie imprese e la legalità sui territori anche a mezzo delle manifestazioni di piazza nelle quali qualche promessa da parte del Governo centrale è stata anche esposta, ma che ancora non ha avuto alcun seguito o effettiva messa in opera. E in queste ultime promesse il gioco ci aveva creduto!

Si può soltanto sperare che questo avanzamento dell’illegalità non faccia danni irreversibili al gioco legale e che quando si potranno riaprire le attività terrestri vi sia ancora qualche giocatore che “ritorni al punto di partenza” e torni a giocare nella legalità. A tutelare la legalità e la sicurezza del gioco e la tutela dei minori ha contribuito l’intervento di COPREGI Comitato per la Prevenzione e la Repressione del Gioco Illegale, che ha realizzato azioni di contrasto su tutto lo Stivale a mezzo delle Forze di Polizia con interventi capillari mirati al controllo delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel mondo dei giochi e del bingo. E si parla di tutti i giochi: scommesse, lotto, apparecchiature da intrattenimento dove l’incidenza dell’illegalità supera abbondantemente il 15%, dati che non lasciano dubbi sulla gravità della situazione che si è venuta a creare principalmente dall’ostinata valutazione sulla chiusura del gioco pubblico che, diversamente, avrebbe evitato questa “lievitazione illecita” che non può che rendere il territorio più insicuro.

Pubblicato il: 11 Aprile 2021 alle 10:00

CasinoRecensioneMobileVisita
888casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
leovegas casino logo
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
disponibile su mobile
gioco digitale casino logo
Gioco Digitale Casino
300 Giri + 500€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
bwin casino logo
Bwin Casino
50 Giri + 200€
disponibile su mobile
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 3000€
disponibile su mobile
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
disponibile su mobile
Visita