Il pericolo del proliferare del gioco d’azzardo illegale

rischio proliferazione gioco azzardo illegale

Non è che perché si ama il gioco d’azzardo ed i migliori casino affidabili on line, tutto il mondo che lo circonda e si apprezzano gli sforzi che gli operatori stanno facendo per mantenere in vita le proprie aziende perfettamente legali e rispettose di tutto ciò che viene richiesto dalle istituzioni, non si veda che forse anche a causa della pandemia, si sta sviluppando con prepotenza il gioco illecito. Intrattenimento illegale per soddisfare le richieste dei giocatori che, non trovando il gioco pubblico terrestre disponibile, vanno ad incrociare quelle attività che legali non sono e che offrono però esperienze nuove di gioco accattivanti, ma che potrebbero far incontrare rischi. Incertezze nei pagamenti delle vincite, rischi per la salute poiché sicuramente il gioco illecito non offre la sicurezza sanitaria che offre coscientemente il gioco pubblico. Ecco spiegato il motivo per cui si vogliono raccontare due episodi, negativi, che hanno coinvolto un bar in provincia di Ragusa con apparecchi di gioco scollegati dalla rete del Monopolio ed una bisca clandestina in provincia di Prato.

Due avvenimenti diversi nello sviluppo dell’intrattenimento, ma due illeciti intollerabili per chi ha un profondo concetto della legalità. In questo periodo storico, si è ripetuto più volte che il gioco d’azzardo pubblico ha subito chiusure addirittura per 180 giorni e che i giocatori abituali, non quelli problematici ma quelli che con il gioco si divertono, non sono più riusciti a trovare il gioco terrestre disponibile e che a sua volta ha subito danni economici considerevoli a causa di queste ingiuste e ripetitive chiusure. Cosa che, evidentemente, ha movimentato la mente di chi si occupa del gioco, sopratutto di coloro che non potendo più guadagnare hanno ben pensato di non collegare le proprie slot machine alla rete legale per non essere costretti a pagarne i diritti e per proporre così gioco illecito alla propria utenza quotidiana. Le Forze dell’Ordine stanno monitorando il territorio con attenzione e tali operazioni stanno consegnando diffusi fenomeni di illegalità come era stato ampiamente anticipato in più di un’occasione nel nostro scrivere.

Il pericolo del proliferare del gioco illegale è un “brutto pericolo” che avrebbe dovuto essere valutato meglio prima di chiudere così in modo esasperato tutte le attività di gioco terrestre. Ma per tornare alle operazioni di controllo del settore, si deve riferire che la Guardia di Finanza ha sanzionato un bar in provincia di Ragusa trovato con slot non collegate alla rete ed un corner di scommesse, già precedentemente posto sotto sequestro per violazione delle norme in essere. La multa comminata al bar è di una certa rilevanza, si parla di 200 mila euro, e secondo una nota della GdF causata anche dal fatto che il titolare aveva rimosso i sigilli dalla zona posta sotto sequestro al fine di poter installare, lontane da sguardi indiscreti, 10 slot machine non collegate, come detto, alla rete dell’Amministrazione Finanziaria per evitare il controllo delle giocate realmente effettuate. Il titolare è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di violazione dei sigilli e per il reato di mancata esposizione delle tabelle dei giochi proibiti.

Inoltre, dato che l’esercizio risultava privo della licenza per l’installazione di apparecchi e non esponeva il materiale relativo alle informazioni sul gioco patologico, veniva sanzionato sia con una multa amministrativa che con sanzione penale. La pandemìa ha indubbiamente sconvolto la vita di tanti operatori ed ha modificato anche le quotidianità dei tanti giocatori che si sono trovati spiazzati nel non trovare il gioco legale aperto sul territorio. L’essere stato impedito loro di divertirsi come il solito, purtroppo ha “aguzzato” l’ingegno, ovviamente in negativo, di taluni che piuttosto che non giocare, data la “latitanza” del gioco legale e del poker legale, si sono rivolti a quello illecito che, non si deve dimenticare, è sempre presente sul territorio e proprio durante l’emergenza sanitaria ha avuto una crescita esponenziale preoccupante. Cosa che sta mettendo a dura prova le Forze dell’Ordine che devono tenere il territorio ancor più monitorato e controllato perché il gioco illegale è gestito, ed anche molto bene, dalla criminalità organizzata.

Organizzazione che, oltre allo stesso gioco d’azzardo settore in cui è particolarmente incline, opera attivamente anche con il settore dell’usura, ambito anch’esso illegale, tenuto molto attentamente sotto controllo poiché la mancanza di liquidità di cittadini ed imprese potrebbe suggerire di rivolgersi a questo settore, anche se ben si sa quanto sia un mondo pericoloso! Però, bisognerebbe anche dire che le Banche e gli Istituti Finanziari non è che diano una mano in questo momento fragile a livello economico: anzi, si sono premurati di inserire clausole sui conti correnti che dire restrittive è voler usare un eufemismo. Ma a prescindere da tutte queste considerazioni, per tornare a ciò che “non ci piace” assolutamente assistere nel mondo del gioco è la scoperta di una bisca clandestina nella zona di Prato rintracciata dal Comando Provinciale dei Carabinieri. Si tratta di un circolo privato, assolutamente privo di autorizzazioni per attività di intrattenimento a mezzo del gioco, dove erano presenti una trentina di giocatori che si dilettavano con il famoso gioco Mah Jong, parecchio noto nelle bische.

A sei tavoli di questo circolo si era raggiunto un volume di gioco di circa 20 mila euro. I due gestori del “club” venivano deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Prato per esercizio di gioco d’azzardo, slot machine illecite, aggravato e venivano sequestrati i tavoli da gioco e le relative tessere utilizzate: nel medesimo tempo venivano denunciate all’Autorità Giudiziaria altre 28 persone per partecipazione a giochi d’azzardo abusivo. Tutte di nazionalità della Repubblica Popolare Cinese, sopratutto donne, di un’età compresa tra i 42 ed i 57 anni, residenti a Prato ed imprenditori del settore tessile, commercianti ed operai del settore manifatturiero. Oltre a tutto questo, il circolo veniva posto sotto sequestro essendo privo di qualsivoglia autorizzazione e le persone presenti venivano sanzionate in via amministrativa per il “divieto di assembramento” imposto dai Dpcm della Presidenza del Consiglio per la prevenzione della diffusione del Coronavirus e chiaramente normativa non rispettata.

Pubblicato il: 23 Gennaio 2021 alle 10:00

CasinoRecensioneMobileVisita
888casino logo
888 Casino
20€ Gratis + Fino a 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
betway casino logo
Betway Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
leovegas casino logo
Leovegas Casino
250 Giri + 1000€
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
gioco digitale casino logo
Gioco Digitale Casino
300 Giri + 500€
disponibile su mobile
big casino logo
Big Casino
55€ Gratis + 3000€
disponibile su mobile
william hill casino logo
William Hill Casino
200 Giri + 1000€
disponibile su mobile
bwin casino logo
Bwin Casino
50 Giri + 200€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
1000€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
100% Fino a 1000€
disponibile su mobile
Visita