Dopo i ballottaggi tutti ad affrontare il Gioco

ballottaggi gioco

Chissà, forse aver “guadagnato” la fascia tricolore, nei ballottaggi o meno, riempie di forza i propri detentori e li “arma” ad effettuare battaglie e tenzoni contro il mondo del gioco d’azzardo e tutto ciò che vi gravita attorno! Evidentemente, il fenomeno del gioco suscita interesse generale che la politica, dispiace sottolinearlo ancora, ha cavalcato con pervicacia durante le varie campagne elettorali e che continua a cavalcare come se fosse la problematica più importante per il nostro Paese e non tutt’altro! Dopo i ballottaggi e la tenuta del Movimento Cinque Stelle e l’avanzata del centrodestra a braccetto con la Lega, che ha ottenuto un ottimo risultato strappando al Partito Democratico alcune roccaforti toscane, evidentemente tra i vincitori è nato una sorta di impegno in tema di gioco: e questo da nord a sud della nostro Penisola. Aver raggiunto buoni risultati politici, quindi, apparentemente dà quasi “un input” particolare per schierarsi contro il gioco d’azzardo e le sue imprese, o meglio un input (almeno si spera) a regolamentare “meglio” il settore, anche se ad oggi le idee o sembrano tutte uguali e si sovrappongono, oppure sono confuse e lasciano i giochi tra normative non omogenee e non certo equilibrate.

Ma questo accade ormai da tempo ed anche con il susseguirsi delle diverse Legislature e dei vari colori delle stesse. Per dare, poi, un occhio ai futuri interventi si vuole guardare al Primo Cittadino di Messina che qualche mese fa era balzato alla ribalta per aver proposto di realizzare un casinò nelle sale della sede del Municipio di Messina e della Giunta nonché del Consiglio Comunale, per poi fare un immediato dietrofront sottolineando che questa sua idea piuttosto balzana ”era stata solo una bella e buona provocazione” finalizzata a far riflettere sulla “valorizzazione del patrimonio messinese” per inserirlo in un ambito turistico e culturale. Sembrava, certamente, un’idea che si può dire alquanto “bizzarra”, ma è servita ancora una volta per parlare di gioco d’azzardo, argomento come sottolineato parecchie volte alquanto cavalcato dalla politica e dai suoi agguerriti (quando si parla di gioco) protagonisti.

Se si guarda poi in territorio toscano, a Siena più precisamente, si può curiosare sul programma del candidato unitario del centro destra che, in tema di gioco, aveva lanciato in campagna elettorale la necessità di intervenire con attenzione particolare “alle fasce più deboli, quindi ai minori ed agli anziani”: l’idea si poteva concretizzare con i proventi che vengono raccolti dal gioco lecito che potrebbero essere usati appunto per buone iniziative culturali, sociali, sportive ed altro. Anche in questo territorio si è ribadita l’autorevolezza del Sindaco, che deve lavorare in sinergia con le Forze dell’Ordine, per la sicurezza del territorio e per il controllo delle distanze e degli orari attinenti il funzionamento degli apparecchi di gioco: questi strumenti sono ritenuti indispensabili per taluni per fronteggiare il fenomeno del gioco d’azzardo, ma che nella realtà non si sono poi dimostrati così sostenitori della diminuzione del gioco problematico, almeno in alcuni territori.

A Terni, a spuntarla in una roccaforte del Pd, è la Lega vincitrice sul Movimento Cinque Stelle e per il neo-sindaco umbro la cosa importante è comprendere bene una sostanziale differenza per quanto attiene il gioco: quello aleatorio e quello di abilità. Solitamente il gioco viene messo tutto sullo stesso piano: ma un conto è una macchinetta, ribadisce il Primo Cittadino, il bingo, il lotto od il gratta&vinci che sono giochi di fortuna e, quindi, potrebbero generare dipendenza ed un altro conto sono i giochi come “briscola o scala 40” che favoriscono la socializzazione e sviluppano anche capacità cognitive. Quindi, il gioco come unico soggetto andrebbe trattato in modo differente, con auspicabili controlli fiscali più restrittivi ed il rilascio di autorizzazioni per quanto riguarda le slot machine solo in determinati luoghi che abbiano le più ampie caratteristiche di tutela. Sempre lo stesso Primo Cittadino leghista sottolinea quanto sarà importante mettere in campo iniziative volte a contrastare il diffondersi del gioco patologico anche attraverso campagne di sensibilizzazione particolarmente orientate ad entrare nelle scuole. Ma si concentra anche sul concetto che ritiene auspicabile la concessione di una maggiore e più ampia autonomia ai Sindaci nella gestione del territorio anche per quanto si riferisce al rilascio di autorizzazioni e l’apertura di nuove sale da gioco.

Per finire il “nostro giro sugli impegni assunti dai vincitori dei ballottaggi” (e quindi dai nostri politici neo-eletti) ci si ferma a Bisceglie dove il Primo Cittadino, ex capogruppo del Partito democratico sostenuto da un gruppo di liste civiche, si è occupato spesso di gioco nella passata “consiliatura”, proponendo l’aumento delle agevolazioni e delle riduzioni sulla Tari per contrastare il gioco patologico, invitando quindi gli esercenti ad eliminare le “macchinette” per chi le avesse già in carico e disincentivare coloro che ancora non ne avessero a non scegliere questo percorso seppur remunerativo. In aggiunta propone la presentazione di un piano socio-sanitario sul gioco.

Dopo questa carrellata su e giù per il nostro bel Paese, e dopo l’esternazione di siffatti programmi nei confronti del mondo dei giochi, si vedrà chi manterrà la “parola data”, oppure se queste parole rimarranno solo tali, forti unicamente della fascia tricolore appena messa al collo da politici ed amministratori che per prendere qualche consenso ulteriore spendono promesse che rimarranno solo parole in virtù della novella elezione: ma questo non lo vorrebbe proprio nessuno, sopratutto coloro che si occupano veramente di gioco e delle sue problematiche che ormai non si può più nascondere quanto siano importanti e che debbano essere affrontate con serietà immensa.

Pubblicato il: 12 Luglio 2018 alle 12:33

CasinoRecensioneMobileVisita
888casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile