Tressette: Regole – Strategie – Informazioni

tressette

Il tressette è uno dei giochi più popolari e più antichi introdotti in Italia. L’origine esatta del gioco del tressette non è definita, anche se i più la fanno risalire all’idea di quattro uomini muti, i quali, non potendo parlare inventarono un gioco fondato su alcuni gesti convenzionali, ciascuno dei quali indicava una precisa condizione durante la partita. In questo modo gli storici sono riuscita a dare una spiegazione ai gesti che si eseguono, in assoluto silenzio, durante il tressette. Nello specifico si tratta del “bussare”, ovvero nel battere le nocche della mano sul tavolo per passare la mano, del “lisciare”, che consiste nello strisciare una carta sul tavolo per comunicare al proprio compagno che si è in possesso di una sola carta di uno specifico palo, del “piombare”, ovvero nel lasciar cadere, esattamente come un piombo, una carta sul tavolo dall’alto per indicare che non si è in possesso di altre carte dello stesso palo, ed infine di gettare energicamente sul tavolo una carta, per far sapere al compagno di avere più carte dello stesso palo. Quando si parla di tressette si indica un gioco che si fonda sulla logica e sul calcolo matematico, oltre che sulla memoria e su una buona dose di intuizione.

I CASINO ONLINE CON IL TRESSETTE

CasinoRecensioneMobileVisita
888casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile

 

GLI ALTRI GIOCHI

 

Caratteristiche generali del tressette

Il primo documento che cita la diffusione del tressette in Italia risale al 1631 mentre il primo documento che parla più approfonditamente del gioco del tressette è del 1726. Il nome, con ogni probabilità, si fa risalire al fatto che originariamente i sette valevano un terzo di punto: il nome tressette, quindi, conteneva i nomi delle carte più basse e più alte presenti nel gioco. Quando il valore del sette è stato portato a zero, il nome è comunque rimasto. A Tressette si gioca in 4 player divisi in 2 squadre da 2 giocatori ciascuna. In realtà, è possibile assistere a partite di Tressette che presentano 2, 3 o 5 player. Nel casi in cui si giochi in 2 ogni squadra è composta da un singolo giocatore; nell’eventualità si giochi in 3, le squadre saranno composte rispettivamente da 1 e da 2 giocatori; nel caso in cui i giocatori totali sono 5, le squadre saranno composte da 2 e 3 giocatori. All’interno del trattato che spiega per primo il gioco del Tressette, esso viene indicato non come un semplice gioco bensì come un esercizio mentale, una vera e propria arte. Concretamente, a vincere al Tressette è chi ha la migliore intuizione, la squadra che ha la migliore intesa e soprattutto quella che possiede la memoria più ferrea.


Le regole per giocare al Tressette

Per giocare a Tressette oggi, esistono numerose varianti, che modificano leggermente le regole del gioco da una regione all’altra. Nella guida che noi di Casinoonlineprova.com ti proponiamo, troverai le regole per giocare al Tressette classico. Queste sono le regole che vengono usate anche per giocare sulle piattaforme di casino online e in tutti i tornei ufficiali. Partiamo dal mazzo di carte. Per giocare a Tressette si una un mazzo di carte napoletane o anche piacentine, ovvero un mazzo di carte italiane da 40 carte. In alternativa possono anche essere utilizzate le carte francesi, ma solo dopo aver eliminato dal mazzo i jolly, gli 8, i 9 e i 10. Nel caso tu preferisca utilizzare le carte francesi è bene che tu sappia che il seme dei quadri corrisponderà ai denari italiani, i cuori corrisponderanno alle coppe, le picche alle spade e infine i fiori ai bastoni. Il gioco tradizionale, come detto, prevede la presenza di 4 giocatori, divisi in 2 squadre da 2 giocatori ciascuno. Resta la possibilità di giocare in 2, 3 e 5 giocatori, anche se alcune varianti prevedono l’opportunità di arrivare sino ad 8 giocatori, sempre divisi in due squadre. Se giochi in un casino online ti verrà offerta l’opportunità di giocare in 2 o 4 giocatori.

Nel caso si giochi in due giocatori, si mette in pratica la variante definita Spizzichino, che prevede, che alla fine del gioco restino 20 carte nel mazzo. Dopo aver selezionato il mazziere, quest’ultimo avrà il compito di mescolare le carte e poi farle smazzare dal giocatore posizionato alla sua sinistra. Il mazziere deve distribuire 10 carte ad ogni giocatore. La distribuzione deve essere effettuata consegnando, in senso antiorario, 1 carta a ciascun player. Il primo player a ricevere la carta è quindi il giocatore che si trova alla destra del mazziere. Nella versione a 2 player, le carte che resteranno sul tavolo saranno venti. Devono restare coperte al centro del tavolo. Quando il gioco termina, quindi quando la smazzata si conclude, il mazziere sarà il giocatore che durante la mano ha ricevuto per primo le carte, ovvero chi è posizionato alla destra del mazziere precedente. Il giocatore che farà la prima mossa è il giocatore alla destra del mazziere. La prima mossa consiste nel posare una carta scoperta sul tavolo. Alcuni adottano un’altra regola: a giocare per primo è il giocatore che possiede fra le carte che ha in mano 4 denari. Dopo il giocatore di mano, sarà il turno di tutti gli altri giocatori che faranno la loro mossa. Il senso del turno resta quello antiorario. I giocatori successivi al primo devono mettere a terra una carta dello stesso seme rispetto a quella giocata dal player di mano. Il seme giocato è definito palo. Gli altri player dovranno quindi rispondere al seme. Nell’eventualità i player successivi non abbiano fra le loro carte delle carte “buone” per rispondere al seme, possono mettere sul tavolo una carta qualsiasi. In questo caso la “scesa” è definita “piombo” e impedisce al player di poter conquistare la presa.

Una buona regola di strategia vuole che nel caso in cui si deve mettere giù una carta piombo, è meglio sceglierla fra le carte di basso valore, per liberarsene. A vincere la mano, quindi a fare la presa, sarà il giocatore che avrà messo giù la carta più alta del seme scelto dal giocatore di mano. Chi fa la presa ha diritto a diventare il giocatore di mano e quindi a scegliere il seme da giocare. La carta di maggior valore per la presa è il 3, seguito dal 2, dall’Asso, dal Re, dal Cavallo, dal Fante, dal 7, dal 6, dal 5 e infine dal 4. I punti sono i seguenti: l’Asso vale 1 punto, mentre il Tre, il Due, il Re, il Cavallo e il Fante valgono ciascuno 1/3 di un punto. Tutte le carte che vanno dal 4 al 7, invece, valgono zero punti. Come puoi notare nel conteggio dei punti l’Asso è la carta che ha un valore maggiore, mentre nelle prese quella che ha più forza è il Tre, seguito dal Due e poi dall’Asso. Nel gioco del Tressette, inoltre, viene dato un ulteriore punto a chi riesce a portarsi a casa l’ultima presa. Visto che diverse carte valgono 1/3 di punto, nel conteggio finale, il totale viene sempre arrotondato per difetto. In una smazzata è possibile totalizzare un massimo di 11 punti. Le partite possono essere di due tipologie. Nelle partite a punti vince la coppia di giocatori o il giocatore singolo che riesce a totalizzare il numero dei punti stabilito a inizio partita. Solitamente una partita si conclude quando si raggiungono 11 punti, ma vi sono versioni che consentono l’arrivo a 21 punti, 31 o 41. In altre casi le partite possono veder vincitore chi ha vinto un numero prestabilito di smazzate e contestualmente ha un punteggio maggiore.


Ulteriori regole a Tressette – varianti di gioco

Vi sono, oltre a queste regole classiche, delle regole aggiuntive che sono molto utilizzate soprattutto fra chi gioca in real. Una delle regole più utilizzate in Tressette è Cappotto. La regola del Cappotto consiste nel raddoppiare i punti a favore di quel giocatore che nel corso di una smazzata riesce a ottenere tutti i punti in palio, ovvero 11. Oltre al Cappotto c’è l’Accuso. Si tratta di una regola che consente ai giocatori di ottenere ulteriori punti. L’Accuso è conosciuto, a seconda delle regioni di provenienza, come Bussata oppure Accusa, comunque si tratta sempre di un bonus. I punti in più vengono ottenuti da chi riesce a realizzare delle particolari combinazioni. Si ottengono 3 punti in più quando la presa contiene l’Asso, il Tre e il Due dello stesso seme, oppure tre 3, tre 2 o tre Assi. Si ottengono quattro punti in più quando la presa contiene quattro 3, quattro 2 o quattro Assi. Nel primo caso si parla di Bongioco, nel secondo di SuperBongioco. Se in una smazzata un giocatore realizza il Cappotto, annulla l’Accuso degli avversari. Altra regola molto utilizzata è quella della chiamata fuori dal gioco. Viene adottata dai giocatori che ritengono di aver raggiunto il punteggio prestabilito. In questo caso il giocatore “chiamandosi fuori” pone fine alla partita. Utilizzata solo in alcune regioni italiane, è invece, la “mandata a monte” della partita. Chi utilizza questa regola prevede la ridistribuzione delle carte se un giocatore non riesce a realizzare almeno 1 punto con le carte che possiede in mano. Nel primo caso, ovvero nel Tressette a perdere vince chi totalizza meno punti, adoperando le medesime regole previste per il tressette classico. Nella versione di tressette a 3, invece, i giocatori sono 3, quindi uno fa coppia col mazziere, l’altra squadra è composta da un player e dal “morto”. Al morto vengono date le carte ma una volta che l’avversario del mazziere gioca la sua prima carta scopre le carte del morto, che verranno giocate dal mazziere.


Giocare al Tressette nei casino online

Se intendi giocare a Tressette nei casino online sappi che le varianti di gioco variano a seconda della piattaforma di gioco che sceglierai. Comune è lo Spizzino e il Tressette a Perdere. Per giocare nei casino online basterà accedere alla sezione corrispondente e cliccare sul tasto “Nuova partita”. Potrebbe essere che i 4 posti non vengano occupati da giocatori reali: in questo caso sarà il bot del gioco a occuparli. A vincere sarà comunque la coppia che totalizza più punti. Di norma, online, i punti da totalizzare per vincere sono 11. Nel caso di parità la partita continua e si procede allo spareggio. Nonostante esistano le chat in tutte le piattaforme di gioco, è meglio ricordare che il gioco del Tressette nasce come un gioco “del silenzio”, quindi meglio non usarla! Per giocare a Tressette online devi iscriverti a un casino virtuale. Un consiglio: scegli sempre casino online autorizzati da AAMS!


Il Tressette ed il mondo mobile

Il Tressette, così come molti altri giochi popolari, è da tempo disponibile sulle app per i dispositivi mobile messe a punto da diverse piattaforme del gioco online. Collegandoti con il tuo smartphone o il tuo tablet ai casino online non avrai, quindi, alcuna difficoltà a giocare. Se vuoi scaricare l’app che contiene il Tressette di una specifica piattaforma di gioco sarà meglio che ti accerti prima che ve ne sia una ufficiale disponibile sul Play Store o sull’App Store. Nel caso tu non voglia scaricare alcuna applicazione o nel caso in cui non sia presente un’app dedicata per il tuo dispositivo, puoi sempre optare per il gioco da browser.


Considerazioni finali sul tressette

Se non hai mai giocato a Tressette e cominci solo ora a cimentarti in questo gioco, rileggi bene il regolamento e cerca di fare esperienza. Non scoraggiarti se all’inizio non riesci ad ottenere i risultati desiderati: ricorda che il tressette è un gioco di logica e memoria, ma anche d’astuzia che viene dall’esperienza di gioco. Un valido consiglio riguarda la prima mano di gioco, ovvero la prima carta da porre sul tavolo. Evita di scartare una carta a piombo pensando di liberarti di un seme che non hai. Favoriresti gli avversari! Scarta sempre come prima carta quella corrispondente a un seme in cui ti senti più forte. Inoltre, è meglio evitare di scendere subito una carta di valore, come il Due, se non hai l’Asso o il Tre: in questo caso i tuoi avversari potrebbero facilmente “bruciartela”!