Bestia: Regole – Strategie – Informazioni

gioco della bestia

Il termine “Bestia” fa riferimento a un gioco d’azzardo molto diffuso in diversi Paesi europei, Italia compresa. Nonostante il trascorrere dei decenni e la comparsa di altri giochi di carte abbia avuto un impatto negativo sulla sua popolarità, è stato l’avvento dei casino online a donare nuova linfa alla Bestia. Si tratta di un passatempo che ha molti aspetti in comune con la Briscola, primo tra tutti il fatto di essere giocato con un mazzo da 40 carte. Anche il valore assegnato alle carte è il medesimo; pertanto Asso, Tre, Re, Cavallo e Fante sono le carte di valore più alto seguite, nell’ordine, da Sette, Sei, Cinque, Quattro e Due. Inoltre, condivisa tra i due passatempi è la presenza di un seme dominante (la cosiddetta Briscola). Le carte di tale seme presentano un valore più elevato rispetto a quelle appartenenti agli altri 3 semi. Di origini francesi, molto probabilmente la Bestia è apparsa per la prima volta nel Paese d’Oltralpe nel ‘700. Le prime notizie in merito risalgono al 1739, anno di pubblicazione del libro “Académie Universelle des Jeux”. Tra le pagine dello scritto appare una accurata descrizione della Bestia. In Italia, invece, è stato un documento del 1753, redatto da Raffaele Bisteghi, a parlare per la prima volta del gioco. Ovviamente, nel tempo le regole sono parzialmente mutate. Inizialmente la Bestia apparteneva alla famiglia di quello che oggi è chiamato “Tressette”. Nella penisola italiana spetta alla Romagna il primato per quanto concerne il numero di praticanti. Ed è proprio in Romagna che si sono diffuse via via nuove varianti delle Bestia; alla più nota è stato assegnato il curioso nomignolo di “Bestia con buco”. A una partita a Bestia possono prendere parte dai 3 ai 10 giocatori. Qual è l’obiettivo del gioco? Ottenere il numero maggiore di prese. Non riuscire a conseguire una presa, invece, condurrà inevitabilmente alla situazione chiamata, in gergo, “andare in bestia”.

I CASINO ONLINE CON LA BESTIA

CasinoRecensioneMobileVisita
888casino logo
888 Casino
20€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
snai casino logo
Snai Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
Visita
starcasinò logo
StarCasinò
125 Giri + 1000€
disponibile su mobile
casino.com logo
Casino.com
10€ Gratis + 500€
disponibile su mobile
betway casino logo
Betway Casino
100% Fino a 1000€
disponibile su mobile
eurobet casino logo
Eurobet Casino
5€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
betflag casino logo
Betflag Casino
30€ Gratis + 1.000€
disponibile su mobile
voglia di vincere casino logo
Voglia di Vincere
10€ Gratis + 1200€
disponibile su mobile
Visita
unibet casino logo
Unibet Casino
100% Fino a 300€
disponibile su mobile
netbet casino logo
Netbet Casino
10€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile
32red casino logo
32Red Casino
10€ Gratis + 160€
disponibile su mobile
Visita
titanbet casino logo
Titanbet Casino
20€ Gratis + 1000€
disponibile su mobile

 

GLI ALTRI GIOCHI

 

Le regole per giocare alla Bestia

Nella precedente sezione abbiamo indicato come per giocare a Bestia, anche all’interno dei siti italiani di casino, sia necessario un mazzo da 40 carte italiane. È possibile scegliere, in base ai propri gusti, tra carte napoletane, siciliane e piacentine (solo per citare le più comuni). In realtà, in mancanza di un mazzo da 40 carte può comunque essere utilizzato un mazzo di carte francesi, rimuovendo dallo stesso i Jolly, l’Otto, il Nove e il Dieci. Iniziando ad esaminare il regolamento della Bestia occorre ricordare come alcune regole fondamentali siano rimaste sostanzialmente inalterate nel corso dei secoli. Citiamo, ad esempio, l’esistenza di un numero limitato di prese in gioco (cinque), la presenza obbligatoria delle fasi di “Risposta” e “Taglio”, le “Poste” pagate dal chiamante perdente passate al piatto della smazzata successiva (quindi non oggetto di incasso da parte dei difensori). Le fasi che caratterizzano le partite a Bestia, in ordine di apparizione, sono le seguenti: “Distribuzione”, “Dichiarazione”, “Gioco della Carta”, e “Divisione del Piatto”. La Distribuzione fa riferimento all’assegnazione delle carte ai giocatori, compito spettante al mazziere. A recitare tale ruolo sono, a rotazione, tutti i partecipanti. La prima assegnazione avviene mediante sorteggio. Normalmente i giocatori vengono invitati ad estrarre una carta dal mazzo; chi pesca la più bassa (o la più alta, a seconda della regola seguita) sarà tenuto a distribuire le carte. Stabilito il mazziere, quest’ultimo provvederà a mescolare il mazzo di carte, quindi chiederà al giocatore alla sua sinistra di “spaccarlo”. A quel punto scoprirà una carta e la porrà sul tavolo (tale carta rappresenta la Briscola), ed inizierà la distribuzione vera e propria, consegnando ad ogni giocatore 3 carte.

Terminata tale fase avrà inizio la Dichiarazione (conosciuta anche come licitazione). In cosa consiste? Questa fase determina il numero di giocatori che prenderanno parte al successivo “Gioco della carta”. Durante la Dichiarazione i giocatori sono tenuti a parlare, a turno (seguendo il senso antiorario e partendo da chi è seduto alla destra del mazziere). Ciascun giocatore comunicherà agli altri se è sua intenzione “Bussare” o “Ritirarsi”. Scegliendo la prima opzione entrerà nella partita, prendendo l’impegno di effettuare almeno una presa. Nel secondo caso, invece, passerà il turno, riponendo le carte possedute sul tavolo, svelando il loro valore. Conclusa la fase delle dichiarazioni, se avrai deciso di “passare” sarai tenuto a pescare nuove carte; solo così, infatti, potrai continuare la partita. Quando sono molti i giocatori ad aver assunto tale decisione, potrebbe accadere che il numero di carte rimaste nel mazzo non sia sufficiente per completare la nuova distribuzione. In tal caso il mazziere raccoglierà le carte coperte presenti sul tavolo, creando un mazzo nuovo. Dopo averlo mischiato procederà alla ridistribuzione delle carte. Il passaggio successivo, il “Gioco della carta”, rappresenta molto probabilmente la fase più coinvolgente. Ad iniziare la mano è il giocatore seduto alla destra del mazziere, chiamato a muovere una carta. Se dovesse trovarsi in possesso dell’Asso di briscola giocherà tale carta; in tutti gli altri casi avrà piena libertà nel calare la carta desiderata. Ciascuna mano si caratterizza per la presenza di un piatto in denaro; l’importo totale, essendo 3 le prese possibili, viene suddiviso in 3 parti. A stabilire l’importo del piatto sono gli stessi giocatori, mentre la somma verrà versata dal mazziere.

Chi ha intenzione di prendere parte al gioco (ossia i giocatori che hanno bussato) si è assunto l’impegno di effettuare almeno una delle prese. Ad ogni modo, anche i partecipanti che non hanno bussato potranno partecipare; tuttavia, come abbiamo già ricordato, saranno tenuti a cambiare tutte le carte ricevute. Una volta che il primo partecipante avrà effettuato la propria giocata, gli altri faranno lo stesso tenendo conto di una regola specifica. Questa obbliga a rispondere con una carta che presenti lo stesso seme della prima calata sul tavolo. Nel caso in cui questo non sia possibile, l’unica alternativa ammessa è giocare una briscola. Chi si aggiudica la presa di mano? Il giocatore che è riuscito a calare la carta dal valore più alto (purché il seme sia uguale a quello della prima carta). Qualora siano state calate delle briscole, a vincere sarà il giocatore che avrà presentato la briscola più alta. Conclusa tale fase di gioco si passerà alla “Divisione del piatto”, ossia alla suddivisione del piatto per le 3 prese. Come già scritto, il giocatore che non ha potuto dar luogo ad alcuna presa “va in bestia”. Cosa significa? Che sarà tenuto a pagare l’intero ammontare del piatto. Al pari di altri famosi giochi di carte, anche la Bestia presenta diverse varianti. Una delle più diffuse è denominata “Bestia a 4 carte”. Come indica il suo nome, a ciascun giocatore spettano 4 carte. Un altro elemento che distingue tale versione dalla Bestia classica è il fatto di obbligare il primo giocatore ad effettuare almeno due prese (agli altri è consentita anche solo una presa) per evitare di “andare in Bestia”. Trovandosi in presenza di 4 prese, il piatto finale vien necessariamente suddiviso in 4 parti. Un’altra versione piuttosto diffusa, in particolare nel territorio marchigiano, è la “Bestia a 5 carte”. Merita di essere ricordata, infine, la “Bestia pokerata”.


Giocare con la Bestia nei casino online

Se hai una certa familiarità con i portali dedicati al gioco d’azzardo ti sarai già reso conto di come la Bestia rappresenti ormai una presenza costante all’interno dei cosiddetti “Skill game”. Molti dei casino online autorizzati ad operare nel nostro Paese grazie alla licenza ottenuta dalla AAMS hanno scelto di inserire tale passatempo nei loro cataloghi, proponendolo sia su tavoli singoli che all’interno dei tornei. Un utente che si accinge ad affrontare una partita a Bestia seduto ad un tavolo virtuale ha l’opportunità di scegliere il mazzo di carte preferito (oltre ai principali mazzi italiani avrà a disposizione anche le carte francesi). Tutti i partecipanti, per poter prendere parte al gioco, saranno tenuti a versare l’invito. Per quanto concerne l’importo del piatto, quest’ultimo è determinato dagli inviti e dalle bestie oggetto del versamento. Nelle versioni online viene utilizzato il termine “giocatori attivi” per indicare chi ha diritto a prendere parte alla smazzata. Nel caso in cui la partita sia parte di un torneo, ad essere eliminati dal gioco saranno i partecipanti che, ad un certo punto, si verranno a trovare privi di chips. Se nella versione tradizionale della Bestia il mazziere viene stabilito facendo pescare una carta ai vari giocatori, nella Bestia online è il sistema a sceglierlo a caso. Ad ogni modo, in entrambe le varianti è destinato a variare ad ogni turno; ogni partecipante, pertanto, assumerà tale ruolo (l’assegnazione avverrà sempre in senso antiorario). Le regole del gioco online si mantengono inalterate. Questo significa che la partita vedrà il susseguirsi delle seguenti fasi: dichiarazione, gioco della carta e divisione del piatto.


La Bestia ed il mondo mobile

Gli skill game rappresentano, con ogni probabilità, la categoria di giochi che, prima delle altre, è riuscita a trovare spazio tra i passatempi destinati ai dispositivi mobile. Perché tale scelta da parte degli operatori? Sicuramente, la semplicità delle regole, l’intuitività del gameplay e la capacità di divertire qualsiasi tipologia di utente hanno reso più naturale il passaggio sugli schermi di smartphone e tablet. Se vuoi cimentarti con la Bestia da un dispositivo mobile non dovrai fare altro che scaricare l’App ufficiale proposta dalla sala virtuale in cui hai scelto di iscriverti. La troverai negli store dedicati al sisma operativo del tuo dispositivo. Tieni presente che diverse sale virtuali hanno deciso di mettere a disposizione dei propri utenti, all’interno di un’unica App, l’intero campionario di skill game. Effettuato il download potrai giocare al tuo passatempo preferito in qualsiasi ora della giornata. E se lo spazio libero all’interno del tuo smartphone non è molto, e preferisci lasciarlo libero per altre App, potrai optare per un’alternativa altrettanto valida. Semplicemente, collegati alla pagina ufficiale del casino virtuale direttamente da smartphone e tablet, e inizia a giocare a Bestia avvalendoti della modalità “flash”. Qualsiasi sia la tua scelta, la tecnologia raggiunta in tale ambito è ormai in grado di garantire divertimento e adrenalina, senza che si verifichino rallentamenti o blocchi imprevisti nel corso delle smazzate.


Considerazioni finali sul gioco della Bestia

Nato come variante della Briscola, la Bestia è riuscita, con il passare del tempo, a conquistare un numero via via sempre più elevato di appassionati. Molti lo considerano un gioco perfetto per riunire famiglie e amici nel corso delle feste natalizie, ed è proprio questo ad aver “limitato” la sua popolarità a determinati periodi dell’anno, almeno fino alla sua comparsa nei casino virtuali. Giocare online, affidandosi al Pc o ad un dispositivo mobile, ha avvicinato alla Bestia anche chi non ha mai amato i giochi di carte. La Bestia è un passatempo che non ha nella fortuna un fattore determinante, richiedendo piuttosto l’adozione di strategie. È riuscito così ad attirare l’attenzione anche degli esperti di gioco d’azzardo. Oltre a fare prese, infatti, uno degli obiettivi da perseguire è “mandare in bestia” l’avversario. La Bestia si adatta perfettamente agli utenti che hanno poco tempo per dare sfogo alla propria passione per il gioco d’azzardo. Ogni mano prevede solamente 3 prese, e le carte che ciascun giocatore ha la possibilità di giocare presentano lo stesso seme della prima, oltre a quelle di Briscola. Tali elementi finiscono per velocizzare le partite, soprattutto se poste a confronto con altri famosissimi giochi, Blackjack e Poker in primis. E il fatto di poter giocare dallo schermo touch di uno smartphone ti consentirà di prendere parte a una partita anche avendo a disposizione solo una piccola pausa.